BERLINO, ORSO D'ORO AI FRATELLI TAVIANI

Per il cinema italiano d’autore è festa, grazie a Paolo e Vittorio Taviani, vincitori a Berlino dell’Orso d’oro, con il film “Cesare deve morire”.

Dopo ventun anni l’Italia torna a vincere l’Orso d’oro grazie a due registi tornati giovani. “Cesare deve morire” ha fatto ricordare a tutti il periodo d’oro dei due fratelli, quello di San Michele aveva un gallo, Allonsanfan, La notte di San Lorenzo, Padre patrone e Kaos (con un episodio girato a Lipari).

Ad accompagnare i fratelli Taviani a Berlino c’era Nanni Moretti che con la Sacher distribuirà il film in Italia ed in moltissimi paesi del mondo.

Il successo dei fratelli Taviani corona una vita dedicata al cinema e rispecchia l’elevata  maturità artistica ed umana dei due grandi maestri che non puo’ lasciare indifferenti quanti amano il cinema e vivono l’impegno artistico-culturale come stimolo al progresso del nostro paese.

Il Centro Studi porge ai  soci onorari Paolo e Vittorio Taviani le più affettuose congratulazioni con l’augurio di sempre maggiori successi e il proposito di festeggiare insieme la prossima estate a Lipari con tutti i soci.

Un abbraccio particolare e le più vive congratulazioni  del Centro Studi per il liparoto Carmelo Travia autore insieme a Giuliano Taviani delle musiche del film. Le musiche sono state eseguite in buona parte dal giovanissimo sassofonista eoliano Andrea Biviano, al quale vanno i nostri complimenti.

Lo attendiamo quest’estate al Centro Studi per  festeggiare il suo successo.

Nino Saltalamacchia

Lipari, 20 febbraio 2012