Constitutum: Lipari e Le Eolie
Vincenzo Consolo

Anno:
2006
Formato: 15x12 cm
Pagine: 40
Prezzo: € 10,00

“Isola è fine di ogni viaggio, meta della più grande via per cui è sempre corsa ogni avventura, ha navigato la civiltà dell’uomo; isola è anelito e approdo, remissione d’ogni incertezza e ansia, superamento della natura, scoperta, inizio della conoscenza, progetto della storia, disegno della convivenza. Ma isola è anche sosta breve, attesa, pausa in cui rinasce la fantasia dell’ignoto, il desiderio del viaggio, il bisogno di varcare il limite, sondare nuovi spazi.

Isola è metafora di questo nostro mondo: scoglio dentro l’immenso mare, granello vagante dell’infinito spazio; è metafora della vita umana: sosta d’un attimo nell’eterno da cui veniamo, a cui il destino inesorabilmente ci sospinge. E’ materno grembo, l’isola, schermo pietoso al panico, al terrore; è l’ermo colle, la siepe amica dove il poeta si finge spazi di là da quella, e sovrumani silenzi, e profondissima quiete…”

Introduzione di Paolo Mauri