Nelle giornate del 24 (dalle 16 in poi) e 25 aprile (inizio alle 09;30) prossimi si terrà presso l'hotel Meligunis, il convegno promosso dal Centro Studi Eoliano e dal Grande Oriente d'Italia, Palazzo Giustiani, con il patrocinio del Comune di Lipari dal titolo "Le Eolie e la massoneria".

La presenza della massoneria a Lipari è testimoniata a partire dal 1864 in poi e la loggia "L'Eolia" rimase attiva sino alla metà degli anni venti del novecento. L'"Eolia" fu fondata nel 1864 all'indomani della proclamazione di Giuseppe Garibaldi gran maestro della massoneria siciliana. Aderiva al Grande Oriente d'Italia.

Diverse personalità facevano parte di questa Loggia: sindaci, consiglieri comunali, professionisti ed attraverso le loro iniziative in consiglio comunale è possibile ricostruire il clima che si viveva in Paese nel corso della seconda metà dell'Ottocento e sino alla rivolta del 1926. Le controversie con la Mensa Vescovile per la rivendicazione dei terreni pomiciferi, la rivolta del 1926 contro la riapertura del confino coatto videro protagonisti noti esponenti della massoneria eoliana: da Emanuele Carnevale a Francesco De Mauro.