LA SALZANO ALLA BIENNALE DI FIRENZE

Si è chiusa la settima edizione della Biennale Internazionale d'Arte Contemporanea di Firenze, manifestazione che ha visto la partecipazione  più di  680 artisti provenienti da 78 diverse nazioni.

Si è trattato di un evento di straordinaria importanza e di grande interesse sia per i visitatori, sia per gli esperti del settore, che hanno potuto apprezzare gli orientamenti e i metodi espressivi più attuali delle arti figurative contemporanee.
Ospiti d’onore sono stati Marina Abramovic e il cinese Shu Yong.

Alla Biennale ha partecipato con tre sue opere anche Loredana Salzano, “Nostra Signora Dei Vulcani” e socia del Centro Studi, dopo essersi classificata seconda alla prima edizione del “premio arte contemporanea 2009” indetto dalla Provincia Regionale di Messina.

L’artista, campana di origine ma eoliana per scelta, con il suo originale linguaggio pittorico e l'uso tutto particolare del vulcano come strumento espressivo metaforico, ha attratto la curiosità e l'interesse del folto pubblico e dei molti specialisti presenti.

Le opere  della Salzano  presentate a Firenze dal 5 al 13 dicembre 2009 nei locali espositivi della storica Fortezza da basso, già esibite in occasione dei pomeriggi culturali presso il Centro Studi di Lipari, sono state “Estrattori d'allume” - dipinto che ha ottenuto il riconoscimento della Provincia e che le ha consentito di partecipare alla Biennale, “L'Esclusa” - dai contenuti tipicamente pirandelliani, vedi immagine a lato – e “Maddalene al Vulcano” - tela di forte impatto spirituale. Opere che narrano delle vicende esistenziali di ciascuno ma nelle quali è possibile scorgere chiari riferimenti all'ambiente in cui la Salzano produce i suoi lavori.